Trova la badante migliore per le tue esigenze
5 (100%) 3 voti

L’assistenza domiciliare di un anziano è un’attività che richiede competenze e molto cuore. Trovare la badante o l’assistente familiare adatta alle proprie esigenze, con cui sentirsi sicuri e grazie a cui avere la sensazione di offrire il meglio ai nostri cari è un compito arduo. Ci sono però alcune vie che facilitano la selezione. Ecco per voi alcune informazioni che possono aiutarvi nella scelta.

Da dove iniziare quando si è alla ricerca di una badante?

Spesso trovare una badante è questione di urgenza a causa dell’aggravamento delle condizioni di salute della persona da assistere. Ma non solo. Le badanti brave sono molto ricercate e quindi anche muovendosi in anticipo non è facile trovare quella giusta. Normalmente il tempo ottimale per trovare una badante è di circa 10 giorni. Ci sono numerose strade da seguire per trovare le persone che svolgono questo lavoro:

  • gli annunci di lavoro – una strada è rivolgersi ai siti che offrono la possibilità di inserire degli annunci o di cercare persone per un lavoro. In questo caso spesso gli annunci sono generici, e bisogna fare una selezione approfondita per scegliere tra le persone che si propongono. Ci sentiamo di sconsigliare vivamente questa opzione, perché molti dei contatti saranno persone senza esperienza, senza motivazione e anche senza referenze.
  • il passaparola – un’altra strada è il passaparola con amici e conoscenti a cui si può chiedere se conoscono persone che svolgono questo lavoro. A volte per le assistenze più semplici è possibile trovare anche qualche conoscente che desidera arrotondare. Nel caso delle badanti conviventi bisogna avere la fortuna che la badante conosciuta sia proprio nella fase di ricerca di lavoro. Questa strada è difficilmente percorribile quando la patologia è di stadio avanzato, perché in questo caso la badante consigliata probabilmente non ha esperienze specifiche con la malattia del nostro caro e potrebbe non essere adatta alla nostra situazione. Meglio, quindi, cercare un professionista specializzato per le necessità del nostro parente, anche a costo di pagare quel qualcosa in più alle agenzie di settore
  • il contatto con altre badanti – spesso le badanti conoscono delle colleghe che sono alla ricerca di lavoro, quindi anche chiedere alle badanti dei propri amici e conoscenti può essere una buona strada per trovare delle persone adatte alla propria necessità. Anche in questo caso le capacità e le specializzazioni vanno valutate con molta attenzione. Va ricordato che questo persone non hanno grande interesse a consigliarci la persona migliore, anche perché in molte città le badanti si fanno pagare nel caso aiutino a trovare lavoro alle proprie colleghe.

Queste tre sopra indicate potremmo chiamarle “vie non ufficiali”, in quanto non esiste nessuno strumento che aiuti a filtrare i contatti ricevuti utilizzando queste strade. Per andare più sul sicuro ci si può avvalere di un’agenzia per la selezione della propria badante, che deve avere la qualifica di agenzia per il lavoro ed essere registrata presso il ministero, altrimenti sta svolgendo un lavoro penalmente perseguibile.

Un’altra via è ricorrere a siti specializzati nel settore, come OperatoriSalute.it, che sono in grado di offrire profili specializzati nel settore.

In tutti i casi il colloquio preliminare è la fase più importante per la selezione della badante. E’ importante arrivare al colloquio con le idee chiare sulla tipologia di assistenza e sulle competenze che si richiedono all’operatore, ecco alcuni suggerimenti per Scegliere l’operatore giusto per la tua assistenza domiciliare

colloquio preliminare

Come gestire il colloquio preliminare

Il colloquio preliminare dovrebbe consentirci di conoscere meglio la persona e di far conoscere noi, l’assistito e la sua condizione di salute.  E’ importantissimo in questa fase essere molto chiari relativamente alle condizioni della persona da assistere e sul contratto per non creare problemi e malcontento in seguito all’assunzione. Nel colloquio preliminare vanno discussi tutti i dettagli dell’assistenza e le competenze della badante relativamente alle necessità.

Alcune informazioni e documenti da chiedere alla badante sono:

  • il permesso di soggiorno e la tessera sanitaria – la badante deve essere in possesso del permesso di soggiorno altrimenti il datore di lavoro rischia sanzioni anche molto pesanti. Quindi una risposta negativa dovrebbe chiudere automaticamente il colloquio. Anche della tessera sanitaria dovrebbe essere già in possesso. Nel caso la persona non abbia la residenza in città o che non sia Italiana, la tessera sanitaria però scade in contemporanea con il contratto di lavoro. Quindi la tessera potrà essere richiesta anche a seguito della contrattualizzazione, se la badante ha la residenza in Italia
  • le referenze verificabili – se la badante svolge questa attività da un po’ di tempo, dovrebbe essere in possesso di referenze scritte da altre famiglie presso cui è stata impiegata. Poter contattare queste famiglie direttamente con una telefonata è sempre un buon strumento per valutare meglio la badante che si sta intervistando. Se la badante non ha referenze può voler dire che non ha esperienze pregresse, e in quel caso potete valutare se le sue competenze sono adeguate, o non ha svolto un buon lavoro nelle famiglie dove ha lavorato
  • gli attestati pertinenti – le badanti non hanno un obbligo di formazione ma esistono comunque numerosi corsi promossi dai comuni o le regione per acquisire delle competenze basilari per svolgere l’attività di assistenza. Normalmente i corsi prendono il nome di Competenze Minime o corsi per Assistenti Familiari, ci sono poi i corsi OSA, ADEST, fino ad arrivare ai corsi OSS. Tali corsi conferiscono degli attestati e pertanto le badanti deve essere in grado di presentare tale documentazione, se dice di aver svolto il corso. Se la badante non ha fatto corsi, può però avere molta esperienza. In questo caso è molto importante sapere con quale tipo di pazienti ha lavorato per sapere se è adatta alla posizione che andrai ad offrirle.

 

Stabilire subito un rapporto con la persona da assistere

Il rapporto tra badante ed assistito è innanzitutto un rapporto umano e di fiducia. Per questo riuscire a stabilire subito un rapporto con l’assistito può essere importante per selezionare la persona giusta fin già dal colloquio preliminare. Far partecipare l’assistito al colloquio può essere una soluzione molto utile, se attuabile, per gestire il colloquio preliminare nel modo più efficace possibile, andando subito a toccare i concreti punti di forza e di debolezza del rapporto.

Non sottovalutiamo inoltre il fatto che spesso gli anziani non accettano facilmente l’assistenza, soprattutto se di una badante convivente. Pertanto renderli partecipi nella selezione può aiutare ad attenuare tale difficoltà.

 

Iniziare da un periodo di prova

Il rapporto di lavoro della badante, secondo il contratto nazionale, prevede un periodo di prova che è molto importante sfruttare. Questo periodo consente ad entrambe le parti di conoscersi reciprocamente e di valutare se l’assistenza può avere un esito positivo nel medio-lungo periodo. Per la valutazione del periodo di prova bisogna tenere in considerazione la fase di adattamento. Alcune caratteristiche della badante sono migliorabili ma alcune, soprattutto quelle di relazione con l’assistito e caratteriali, non possono migliorare, anzi possono portare a conflitti se fin da subito non c’è quella sintonia necessaria per un rapporto di lavoro di questo tipo. Nella valutazione dovete mettere in conto le cose che possono essere imparate e quelle che invece sono innate nella persona.

badante periodo prova

La consulenza nella selezione

Selezionare una badante per un’assistenza ad ore o continuativa è un compito complesso. Noi di OperatoriSalute.it, la piattaforma dei professionisti della salute, oltre alla possibilità di trovare la tua badante nel nostro vasto database di persone con un’ampia gamma di qualifiche e professionalità, ti offriamo le competenze dei nostri esperti per aiutarti nella fase di preselezione.
Compila il form se desideri parlare con uno dei nostri consulenti per chiarire le tue esigenze ed affrontare la selezione della badante con una marcia in più.